La crisi che investe il turismo in Italia è di vaste proporzioni. Il bonus vacanze, previsto dal decreto rilancio, avrà anche superato un milione di richieste evase, ma allo stato dei fatti tante strutture dal Nord al Sud del Paese sono in difficoltà per le poche prenotazioni”. Lo dichiara, in una nota, il presidente nazionale della Fapi Gino Sciotto. “Il turismo – aggiunge il leader della Fapi – risente fortemente della mancata presenza di stranieri, in particolare nelle grandi città, a partire dalla Capitale, dove tante attività impegnate nel commercio e nei servizi ricettivi hanno deciso di abbassare le serrande”. “Chiediamo al Governo – conclude Sciotto – di intervenire anche con una campagna informativa per rassicurare i cittadini, anche esteri, che l’Italia sta attuando tutti i protocolli di sicurezza previsti per il contenimento del coronavirus e che allo stato non esistono focolai che destano preoccupazione. Senza un messaggio di fiducia e di speranza, si rischia di affossare definitivamente la ripresa economica ed occupazionale”.

Condividi